martedì 28 giugno 2016

Il commento dei commenti: Game of thrones 6x10

Quando quest'anno ho ripreso a raccontare le gesta del Trono d'Italia non credevo avrei avuto la costanza di sedermi sul sofà ogni martedì, rivedermi la puntata tre volte (una per piacere, l'altra per capire e infine per divertire) e buttarvi fra una riga e l'altra i commenti che faccio ad ogni scena. Sì, io sono una di quelle che quando vede un film disturba un sacco, perchè ci devo dire sempre la mia. Paradossalmente ancora non ho ricevuto scarpe in testa per protesta, ma diversi amici mi chiedono di vedere qualcosa insieme per "farsi due risate". Con commozione, oggi apprendo l'agghiaggiande notizia che questo è l'ultimo commento alla puntata per questa stagione. Ehi, non fate che sparite adesso! Continueremo a divertirci, facciamo qualche torneo di briscola e se volete continuo a raccontarvi qualche film che vedo, che nonostante tutto io ci ho preso gusto.

Andiamo dunque a narrare le gesta eroiche compiute nel magico continente di westItaly: a Rome's landing è festa patronale, è il giorno dei Santy Pyetro e Paolon Septon, e come tutti gli abitanti della capital sanno la sera si sparano i mortaretti. Siccome è proprio festa grande fra i vari festeggiamenti una delle usanze è quello di fare le confessioni pubbliche, ovvero devi confessare i tuoi peccati non solo davanti all'alto (s)passero, ma di fronte ad una nutrita platea. se tutto va bene vieni rimandato a casa con un pater septon per ognuno dei sette dei, altrimenti ti stampano in fronte una adorabile stella a sette punte, un marchio discreto tipo "lettera scarlatta". A caso, sono stati sorteggiati per questo ambizioso giuoco Cercei e Loras. I primi che ti vengono a mente insomma. Siccome è festa patronale tutti si vestono con il vestito buono, sai mai che ti intervistano quelli di "buongiorno Regione" e zia Pina che vive a Fiano romano non ti riconosce. Il primo dei due a raccontare i suoi peccatucci è Loras. E parte il tatuaggio in fronte. Che per carità, tanti si tatuano le stelline, ma quella mi pare un po' troppo grande, ma so gusti. è il turno di Cercei, ma non si vede da nessuna parte. Margaery comincia a sospettare qualcosa, ne parla con l'alto (s)passero, ma lui le risponde che sicuro la Queen non avrà sentito la sveglia. Oh, succede.
Mentre tutti si chiedono che fine abbia fatto Cercei, il cugino Lancel decide di andarla a prendere sotto casa con il motorino, ma un bimbo dallo sguardo assassino lo turba e, sospettoso, decide di seguirlo. Per un attimo sembra di essere finiti nel cartone della Bella addormentata: c'è un biondo molto bello quanto stupido che comincia a muoversi fra corridoi angusti mentre segue una strana luce verde. Deja vu?
  
 Ma questo non è l'unico remake cinematografico in chiave fantasy: il vecchio Pycelle viene avvicinato da una bambina abbastanza stracciona che gli dice che il Re vuole vederlo. Giustamente, il re, un qualsiasi re anche più sveglio di Dommen, se vuole parlarti prende una regazzina da in mezzo alla strada e ti manda messaggi. Molto credibile. Per giunta questa si muove negli anfratti del palazzo e tu ci vai. Logicamente tutto corretto. Pycelle finisce in questa stanzetta insieme ad un'orda di bimbi shining che dicono al buon vecchio Pycelle "Facciamo un gioco?", un mix di tutti i migliori film horror in circolazione, e il buon Pycelle è il primo della puntata a lasciarci le penne. Intanto Lancel continua a seguire la luce verde, finisce in un corridoio pieno di botti, che non contengono vino d'annata, ma giusto una decina di ettolitri di alto fuoco. Riuscirà Lancel a disinnescare la situazione?
Evidentemente no.

Cercei si affaccia dal balcone e dice:" ma guarda che bei fuochi hanno fatto quest'anno! Meno male che so rimasta a casa, sennò a quest'ora mi puzzavano i capelli di fumo!". Anche Dommen assiste allo spettacolo pirotecnico dal balcone di casa, scambia l'esplosione per la nuvoletta di Goku e si butta dalla finestra credendo di essere un super sayan. E invece no.
Saltati ACCIDENTALMENTE per aria passeri, passerotti, passerine e passerelle, l'unica ancora in vita è la nostra suor Hodor, che aveva perso tempo a sistemarsi il velo e non aveva fatto in tempo ad arrivare. Cercei decide di tenerla prigioniera fino a quando non confesserà che Rome's landing è meglio di Gubbio (vecchie dispute rimaste in sospeso fra le due nel precedente finale di stagione, per rinfrescarvi la memoria vi invito ad andare qui).
                                                      Livello: festa patronale

Oltre Comacchio, nel cuore della pianura padana, Frey e Lannister festeggiano perchè sono arrivati i fondi europei e quindi è finalmente arrivato il momento di comprare attrezzature nuove, sementi, comprarsi la casa in campagna e un macchinone. Lord Frey è tutto contento insieme a Jaime: "Song ij che cummand!". Jaime non è proprio dello stesso avviso, ha in mente un'altra battuta di Gomorra per descrivere la situazione.
                                                              Livello: Gomorra

Intanto Sam è arrivato a Pisa e sta per entrare in Normale, ma il Collegio è ancora in chiusura estiva, e prima che possa sistemare nella sua stanza le sue poche cose (ovvero una spada, un sacco, una Gilly e un bebè) ci vuole qualche giorno. intanto può però usare la biblioteca. E subito pare di essere nella biblioteca de "La bella e la bestia"
                                                           Livello: la buona scuola

A grande Piemonte GiòSnò si è insediato nel palazzo della Regione, e si ricorda di quando è entrato lì per la prima volta come spazzino mentre suo padre Ned faceva il Governatore regionale. Quando lui si era candidato alle elezioni contro Ramsay, Fassino ha prontamente detto:"Se questo GiòSnò pensa di poter vincere le elezioni, si candidi e vediamo quanti voti prende". Insomma, sappiamo come finiscono questo tipo di cose. Mentre decide di ingaggiare Melisandre come sua segretaria personale, Davos ricaccia fuori la storia del villaggio vacanze di Stannis, l'abbacchio alla Shireen, Nas, Gurdia di Finanza e Madama, e siccome poi i grillini subito attaccano con "HONESTAAAAA! Ki ti paga!?!?11111 La ka$ta????" Giò decide di rinunciare alla nomina.
                                                     Livello: ognuno vale uno.

A CalabriaDorne Olenna è andata a fare la villeggiatura da lutto, perchè durante la festa dei Santi Patroni a Rome's Landing è stata sterminata tutta la sua famiglia. Mentre prende il sole viene disturbata da Ellaria e le serpi delle sabbie che le offrono il caffè e  le propongono un patto segreto per ripristinare il Regno delle due sicilie. "Io oltre il mare stretto (di Messina) non conosco nessuno."
"Ma noi sì"
                                                          Livello: Caffè Borbone

E quindi oltre il mare stretto (di Messina) Daenerys si prepara a salpare verso la terra ferma insieme alle navi della Tirrenia che i Greyjoy hanno rubato al porto di Olbia. Ma DaaaAaAaAAAAAaario non può venire insieme a lei: una volta approdata nel continente si immolerà quale novella Maria Elena Boschi, pronta a fare le giuste alleanze politiche, scevra da liaisons che possano finire su "Novella 2000" e bruciare la sua carriera.
                                                         Livello: il patto del Nazareno

Nella pianura padana Frey siede al desco mentre una invitante cameriera gli serve il pranzo. Ammazza oh, saporito! Che c'hai messo, un po' di curcuma? Un po' di aneto? un pizzico di sale rosa dell'himalaya? Ma sta pasta brisée te l'ha insegnata Carlo Cracco? Una chiacchiera tira l'altra e alla fine si scopre che a dare quel sapore in più sono le dita dei piedi dei figli di Frey, che probabilmente il più pulito c'aveva i pidocchi. La chef stellata in questione è Arya Stark, che decide di sperimentare una nuova ricetta, che questa volta ha come ingrediente principale la giugulare di Frey
                                                         Livello: Cucine da incubo

Bran arriva ai leggendari confini del Molise. Zio Benjen non può uscire da quella regione perchè tutti gli esseri legendari, dagli unicorni ai morti rivivuti abitano lì e non possono abbandonare quelle magiche terre. Il suo viaggio verso l'Abruzzo continuerà senza di lui. Il piccolo di casa Stark dallo shock si rolla una canna che aveva prontamente nascosto sotto strati di pellicce. Subito parte il trip nel tempo: la prima puntata di "16 anni incinta" ha come protagonista Lyanna Stark che partorisce in gran segreto, solo di fronte a centinaia di milioni di telespettatori nel mondo, un bimbo dalla faccia ignorantissima. CHI SARA'??????
                                                          Livello: bambini ignoranti

A grande Piemonte inizia il primo consiglio regionale con la giunta Giò, con Sansa che arriva in ritardo perchè si era trattenuta ai giardinetti comunali con Ditocorto che le faceva avances da vecchio zozzone qual è. Siccome la maggioranza è risicatissima volano scintille perchè la nomina di Tormund all'assessorato ai beni culturali è scomoda. Volano piatti e insulti, quando ad un certo punto la più giovane consigliera della storia, Lyanna Mormont, dieci anni e dieci centimetri d'altezza, mette tutti al posto loro con la stessa violenza della signorina Rottermeier. Lei dice che Giò è il suo unico Re e si porta tutti dietro, e cominciano tutti ad urlare "The king in the North" con quell'accento scozzese che pare di essere circondata da decine di Sean Connery. Lyanna, lo so che sei alta un metro e una cazzimma, ma noi povere mortali sbaviamo dietro a Giò da sei stagioni, aspetta il tuo Turno per tutti i passeri e gli alti passeri!
THE KING IN THE NOOOOOOORTH!
Mi si apre il condotto lacrimale
                                                        Livello: lo voglio rivedere Beppe
     
Le ultime due scene del continente se le contendono due regine: Cercei a sorpresa diventa la prima sindaca di Rome's landing e saluta Margaery dall'al di là che ambiva allo stesso titolo così

                               Livello: il vento sta cambiando signori, IL VENTO STA CAMBIANDO

E a proposito di vento, si porta a casa la scena finale Daenerys, che con le navi rubate alla tirrenia e pure alla Caronte dal Mare stretto (di Messina) si muove verso l'italica penisola.
                                         Livello: ce ripigliamm tutt chell che è nuostr.

Conclusasi anche questa stagione la domanda è sempre e solo una: chi siederà sul Trono di spade? Sull'onda del femminismo imperante che ha coinvolto la saga soprattutto in questa ultima stagione, vi lascio il mio pronostico.




Nessun commento:

Posta un commento